Pensieri all'improvviso > Scheda

da venerdì 11 Ott 2019 a domenica 27 Ott 2019

LINA SASTRI

Pensieri all'improvviso

Poesia in musica

Cantata del prima e del dopo

Scritto ideato e diretto da Lina Sastri

Arrangiamenti di Maurizio Pica
Pianoforte Ciro Cascino
Chitarra Maurizio Pica
Chitarra Filippo D’Allio
Chitarra Salvatore Ferraiolo
Violino, Gennaro Desiderio
Contrabbasso Luigi Sigillo

 

Dipinto e scultura in scena sono del maestro Alessandro Kokocisnki 

 

Danzatore, Raffaele di Martino 

Disegno luci Gianni Caccia 

Organizzazione Costantino Petrone 

Fonico Davide Fasano, Luigi di Martini

 

I pensieri in versi che Lina Sastri reciterà sul palcoscenico parlano di ferite d’amore e dell’anima, di dolore e speranza, ma anche di gioie improvvise. Sono stati d’animo, scanditi in sette capitoli ideali: dal prologo del chi sono io adesso, al chi ero; dalla ferita d’amore, alla nostalgia d’amore, «al mio paese, al mare, al saluto finale». Il sottotitolo è «cantata del prima e del dopo». Il «prima» e «dopo» servono a segnare il tempo dell’anima: quando le cose si sentono, in modo diverso: con maggiore passione forse il «prima», ma con profondo amore, dolore e pietà, il «dopo». Sul palcoscenico, dove campeggiano un grande dipinto e una scultura del maestro Alessandro Kokocinski, la musica scandisce i tempi del respiro del cuore. Ogni tanto il canto. Musica e versi dei nostri poeti musicanti, da Dalla a De Andre’, da De Gregori a Tenco.,.. a qualche sorpresa.

Ogni  tanto, l’amico poeta musicante Pino Daniele, i suoi versi liberi napoletani restituiti vibranti nell’aria, che scandiscono le stazioni dell’anima e delle emozioni.

In scena con Lina Sastri cinque musicisti di formazione classica: al pianoforte Ciro Cascino, alla chitarra classica Maurizio Pica, alla chitarra Filippo D’Allio, al contrabasso Luigi Sigillo e Gennaro Desiderio al violino.